Lascia un commento

La lotta serve!


Prima della pausa natalizia (22.12.14) l’Amministrazione ha deciso finalmente di aprire alle nostre rivendicazioni nel tentativo di trovare margini per chiudere lo stato di agitazione in atto. Ha assunto un impegno per aumentare il Fondo Comune 2015 (accordo 3/2014) di quasi € 500.000. Dicevano che le nostre rivendicazioni erano visionarie ma adesso siamo a quota 1 milione e mezzo e i margini per arrivare a 2 milioni sono alla portata. Un risultato ottenuto grazie alla nostra insistente e dura lotta!!!

Abbiamo ottenuto la trasparenza fin da subito dei nominativi associati al valore delle indennità di responsabilità ed EP. Una BATTAGLIA STORICA, finalmente vinta!!!

E’ incredibile che Cgil e Uil continuino ad attaccarci solo perché facciamo VERA TRATTATIVA SINDACALE e portiamo a casa risultati!!!

Rimangono aperti 2 punti essenziali sui quali l’assemblea dei lavoratori del 07.11.14 è stata perentoria:

  1. il concetto di maggioranza per la validazione degli accordi non deve essere più messo in discussione;

  2. i progetti di ateneo nell’accordo 3/2014 sono un’enormità, devono essere ridotti e in futuro non dovranno più gravare sui fondi accessori.

Su questo la trattativa deve proseguire per trovare un accordo migliore.

La corsa a chiudere in fretta l’accessorio a febbraio serve perché il 4 marzo si vota per il rinnovo delle RSU e deve riproporsi la storiella che ci sono i sindacati bravi e responsabili e quelli cattivi che dicono sempre di no. Conosciamo questa vecchia modalità di fare sindacato ed anche i danni ha prodotto.

Noi non abbiamo bisogno di scorciatoie, non siamo sopraffatti dalla fretta e non ci interessano le marchette elettorali. L’amministrazione ci ha intimato a chiudere dopo solo pochi giorni di effettiva trattativa. I diktat non fanno parte del nostro bagaglio sindacale, bisogna che gli accordi siano fatti bene e che i lavoratori possano esprimersi. Appena avremo tutti gli elementi che riteniamo indispensabili inviteremo i lavoratori a decidere in assemblea. Questa si chiama democrazia sindacale.

Se nel frattempo l’Amministrazione deciderà ancora una volta di dar corso ad un accordo minoritario se ne assumerà tutte le responsabilità.

>>> lettera del 12.01.2015 inviata all’Amministrazione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: