1 Commento

Una PEO per tutto il PTA


Abbiamo sottoscritto gli accordi sulla manovra PEO 2015-2016-2017. Si tratta complessivamente di un risultato importante, una progressione economica per tutto il personale, obiettivo per il quale abbiamo lavorato con grande impegno e determinazione, trascinando una delegazione sindacale a volte incerta e contraddittoria. Ci abbiamo creduto fin dall’inizio e abbiamo insistito anche quando il ribaltone dei delegati della CISL e i delegati di CGIL e UIL avevano mandato per aria l’RSU.

Rimane il rammarico di non aver potuto migliorare il sistema dei criteri selettivi che risulta in alcune parti discriminatorio e punitivo nei confronti di una parte del personale, quella parte che si trova ad essere maggiormente vittima dei malfunzionamenti, delle irresponsabilità e delle ingiustizie del sistema. In particolare la valutazione e le indennità di responsabilità (che pesano moltissimo nel punteggio),  la formazione (che non garantisce chi non ha potuto accedervi), la compilazione della scheda dell’arricchimento professione da parte dei direttori e dei capi dello Storione (un autentico regalo al sistema di dominio baronale). Su queste criticità abbiamo fortemente insistito al tavolo tecnico ma le nostre proposte sono state in larga parte rigettate a favore di una visione falsamente meritocratica e “brunettiana” portata avanti dall’amministrazione e dagli altri sindacati, in particolare la CGIL che ha la paternità di questi criteri, in quanto le sue proposte sono state integralmente accolte, tranne i punteggi sui titoli di studio, voluti dall’amministrazione.

Alla fine della trattativa la CGIL si è però rifiutata di firmare i “suoi” criteri, così da scaricarsi le responsabilità. Una posizione sorprendente, ma fino ad un certo punto, perché tipico di un sistema di relazioni sindacali improntato sulla scarsa trasparenza. Noi proporremo che le riunioni di contrattazione siano svolte in diretta streaming così almeno il personale potrà meglio capire come si formano le decisioni che lo riguardano.

Giudichiamo negativo anche non aver favorito nel criterio dell’anzianità di servizio il personale che non ha passato le PEO 2009-2010, il quale, escluso dalla selezione 2015, potrebbe risultare non idoneo anche nella selezione 2016.

Il testo di protocollo d’intesa per il 2017 ha tuttavia accolto quasi integralmente le nostre modifiche per vincolare le parti, in modo irrevocabile, a procedere all’inizio del 2017 con le PEO per il personale che rimarrà escluso nel 2016, stanziando le risorse necessarie per il passaggio di posizione economica di tutti gli aventi diritto.

Per questo possiamo dire che alla fine abbiamo fatto quello che bisognava fare: una PEO per tutto il PTA.

Accordi PEO definitivi

Annunci

Un commento su “Una PEO per tutto il PTA

  1. […] PEO abbiamo già detto. Si sono purtroppo verificati i risultati che ci attendevamo. I criteri selettivi che abbiamo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: