Programma RSU 2022

SNALS CONFSAL – VOCE AI TUOI DIRITTI

Raddoppiare il FONDO COMUNE Aumentare le risorse conto terzi a favore del Fondo Comune di Ateneo da distribuire a tutto il personale, portandolo da due milioni e mezzo a cinque milioni di euro.

Raddoppiare il FONDO WELFARE  Aumentare le risorse per: contributi educativi e scolastici per i figli, sostegno economico per l’assistenza di familiari anziani e non autosufficienti, rimborsi per abbonamenti ai mezzi di trasporto e per l’acquisto di mezzi ecologici, contributi economici per la mobilità speciale di personale con disabilità, aumento dell’importo dei ticket buoni pasto, migliorare la polizza sanitaria e la copertura di spese mediche e odontoiatriche, agevolazioni tasse universitarie per i dipendenti e per i figli.

Raddoppiare il TELELAVORO e il LAVORO AGILE Aumentare i posti di telelavoro e dare maggiore flessibilità allo smart working, favorendo la conciliazione fra i tempi di lavoro e i tempi di vita, per un maggiore benessere della persona.

PEV Progressioni verticali: un’opportunità per tutti Aumentare lo stanziamento del bilancio universitario per assunzioni di personale e un piano di progressioni verticali per dare una prospettiva di carriera al PTA, anche attraverso lo scorrimento delle graduatorie PEV svolte nel 2021. Necessità di un Regolamento che renda trasparenti e imparziali le procedure.

STABILIZZAZIONE dei precari: diritto al lavoro stabile Stabilizzare il personale a tempo determinato, sia attraverso il d.lgs 75/2017, prorogato fino a tutto il 2023, per chi ha il requisito dei tre anni di servizio, sia attraverso altri piani di assunzione per il restante personale.

INCLUSIONE E DISABILITÀ Implementare strumenti reali ed efficaci di sostegno al personale con disabilità e con certificazioni. Meno convegni, più azioni concrete.

FORMAZIONE Strutturare una programmazione strategica pluriennale rivolta a tutte le competenze presenti in Ateneo, puntando sulla crescita delle competenze professionali, piuttosto che “manageriali”.

LAVORO DI QUALITÀ | VITA DI QUALITÀ Eliminare questa valutazione inutile e dannosa, semplificare, tornare ad essere persone che non rinunciano ai valori fondamentali dell’umanità, quali il rispetto e il dialogo, dove si ascolta e si comunica, senza cercare a tutti i costi il risultato e la performance fine a sé stessa. La riorganizzazione dell’Ateneo ha creato una diffusa situazione di inquadramento in sistemi rigidi e autoritari. I carichi di lavoro in costante aumento e un sistema di valutazione orientato allo svilimento della persona, all’arrivismo e al ricatto morale ci hanno consegnato un Ateneo pervaso da un clima di sospetto e di paura, che conduce ogni giorno di più al deterioramento della qualità del lavoro e quindi della vita. Si deve cambiare, orientare l’organizzazione al lavoro collaborativo e al rispetto reciproco.

VOCE AI TUOI DIRITTI | VOTA SNALS

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: